Think Pink sostiene “Pink is Good”

GRAFICA 001Nel mese di ottobre Think Pink offre il proprio sostegno al progetto “Pink is Good” volto a sensibilizzare le donne sui rischi del tumore al seno e a divulgare le informazioni necessarie alla sua prevenzione.

L’iniziativa, di matrice internazionale, viene promossa in Italia dalla Fondazione Umberto Veronesi che finanziera’ 15 borse di studio per ricercatori specializzati operanti in strutture italiane grazie alla generosità’ della gente comune e ad alcune iniziative mirate promosse da diversi partners.

Tra questi figurano diversi brand nel settore della moda e dell’abbigliamento che devolveranno parte THINK PINK - Pink is#55EB55del ricavato dalle proprie vendite in favore del progetto: in particolare per sostenere Pink is Good, Think Pink ha creato una linea di plaid e di calze in edizione speciale in vendita per tutto il mese di ottobre, ed il cui ricavato verra’ in parte devoluto al progetto.

Se volete effettuare una donazione o conoscere le altre iniziative a sostegno del progetto,  sul sito Pink is Good troverete tutte le informazioni.

Shiseido e Humanitas insieme per un cartoon sul sistema immunitario

Untitled

“L’esercito della salute e della bellezza: il nostro sistema immunitario” questo il titolo del cartoon preparato da Shiseido in collaborazione con Humanitas e Studio Bozzetto per spiegare come funziona il sistema immunitario del nostro corpo ed in particolare quello cutaneo.

Dopo il lancio del primo immuno cosmetico ULTIMUNE, l’azienda giapponese cerca di sensibilizzare l’opinione pubblica su quanto sia importante “prendersi cura della propria salute attraverso il sistema immunitario non solo per preservarla, ma anche per mantenere la propria bellezza” come ha affermato Alberto Noe’, Presidente di Shiseido Italia.

Alla realizzazione del cortometraggio hanno contribuito l’ospedale e centro di ricerca Humanitas di Milano mentre il concept e la realizzazione del cartoon sono stati affidati allo Studio Bozzetto & Co. dalla cui immaginazione hanno preso forma i batteri e le cellule cutanee rappresentate nel video.

Presentato in anteprima oggi al Convegno Internazionale di Immunologia Humanitas, il cartoon e’ visibile sul sito del centro di ricerca da sempre impegnato nello studio soprattutto delle malattie autoimmuni.

A Londra il primo negozio di Victoria Beckham

Victoria-Beckham-Portrait -36-Dover-Street-Opens-250914-003

Bianco, Nero e Rosso: abbinati o soli, questi colori sono sempre sinonimo si sobrieta’ ed eleganza. Questa la prima cosa che ho pensato vedendo le immagini del primo negozio monomarca inaugurato da Victoria Beckham a Londra. 

Victoria-Beckham-36-Dover-Street-Opens-250914-010Cantante, ballerina, moglie e super mamma, la Beckham afferma sempre piu’ la sua presenza nel firmamento della moda lanciandosi in una nuova avventura: l’apertura di uno store tutto suo, uno spazio moderno e minimalista disegnato dall’architetto Farshid Moussavi che riflette lo stile moderno e di classe delle creazioni della Beckham.
Acciaio, vetro e specchi fanno da cornice alle lussuose collezioni della stilista, che segue personalmente sia la scelta dei materiali sia le decisioni di produzione, motivo per cui i capi d’abbigliamento vengono prodotti prevalentemente in UK mentre la produzione degli accessori e degli occhiali da sole, per garantire una fattura raffinata e di Victoria-Beckham-36-Dover-Street-Opens-250914-009qualità…non poteva che essere Made in Italy!
20 anni dopo il debutto con le Spice Girls, e dopo aver provato anche la carriera da cantante solista, Victoria Adams Beckham ci insegna che nella vita non bisogna mai fermarsi: pur avendo sposato uno degli uomini piu’ famosi al mondo non si e’ adagiata ed ha trovato la strada per continuare a brillare di luce propria.

 

L’ottava meraviglia: il flagship store di Jimmy Choo a Londra

IMG_5163Passeggiare nel cuore di Londra è un piacere, trovarsi in New Bond Street davanti al flagship store di Jimmy Choo…è qualcosa di indescrivibile!
Avevo letto su alcune riviste della riapertura sotto nuova veste dello storico negozio dello stilista malaysiano, e non ho resistito alla tentazione di visitarlo in prima persona.
Da piccola boutique, il n. 27 di New Bond Street si è trasformato in un imponente flagship store inaugurato in occasione della London Fashion Week appena scorsa: 8 mesi di lavoro (dovevano essere 12, ma l’azienda ha spinto affinché lo store fosse pronto per la settimana della moda di settembre 2014) e l’acquisizione di altri 2 piani del palazzo offrono ai clienti e a chi ama anche solo osservare le cose belle, un luogo dove poter scoprire ed ammirare tutte le creazioni della Maison londinese.
Lo store si estende su 200mq suddivisi in 3 piani accuratamente arredati per esporre al meglio non

Candy Bag

Candy Bag

solo scarpe e borse,ma anche altre categorie di accessori come occhiali da sole e profumi non sempre disponibili negli altri Jimmy Choo stores nel mondo.

Inoltre il negozio offre una linea di accessori esclusivi in vendita solamente presso il nuovo flagship store. Tra questi la nuova Candy Bag: una borsetta a tracolla ispirata alla città natale del brand, creata dal Direttore Creativo dell’azienda Sandra Choi in edizione limitata per celebrare la riapertura del negozio e raffigurante le inconfondibili cabine telefoniche londinesi.
L’aspetto esteriore del negozio è imponente: la facciata in terracotta contrasta con le colonne in marmo delle vetrine, ed il gioco di trasparenze e luci del negozio sono un irrinunciabile invito ad entrare.
IMG_5170All’ingresso trovo ad accogliermi il personale sorridente e soprattutto preparato, che mi spiega come si articola il nuovo negozio: 3 piani suddivisi per categoria di accessori in cui perdersi ad ammirare i dettagli delle scarpe e delle borse esposte. Nel piano inferiore è presente anche un espositore con diverse tipologie di pellame in diversi colori tra cui il cliente può scegliere per avere un sandalo Jimmy Choo completamente personalizzato!
La luminosità degli ambienti, la ricercatezza dei dettagli e la qualità degli accessori esposti raggiunge il culmine quando vengo invitata ad accomodarmi al piano superiore; qui la visita allo store Jimmy Choo smette di essere uno dei tanti episodi della nostra vita in cui abbiamo visitato un bel negozio, e si trasforma in un vero evento: ora si che riesco a dare un senso all’espressione Shopping Experience !
IMG_5169Un privée: ecco cosa ci aspetta all’ultimo piano di questo fantastico negozio: una sala dedicata a far vivere all’acquirente un’esperienza unica, un posto dove sentirsi coccolati e dove apprezzare la bellezza delle creazioni del brand.
La nostra privacy è garantita da una porta che ci separa dal resto del negozio, e che rende l’atmosfera ancora più intima mentre un lucernaio a cupola sul tetto assicura una luce naturale, utile per valutare i reali colori e le sfumature delle scarpe.
Un accessorio firmato Jimmy Choo è un acquisto importante e in questo spazio viene data la giusta importanza a quella che non sarà solamente una pochette…ma un gioiello! A quelle scarpe che non saranno solo glamour…ma raffinate! Soprattutto è un luogo dover potersi prendere del tempo per ammirare le rifiniture ed i materiali che garantiscono la qualità degli accessori Jimmy Choo.
La vita è fatta di tanti piccoli piaceri, ed una shopping experience nella nuova Townhouse di Jimmy Choo è sicuramente uno di quelli 🙂
IMG_5172

 

G.H.Mumm lancia la No.1 Collection per celebrare il Gran Premio notturno di Singapore

G.H.MUMM Launches the No. 1 Collection G.H.MUMM Launches the No. 1 Collection G.H.MUMM Launches the No. 1 Collection

Per celebrare il Gran Premio di Formula 1 tenutosi in notturna a Singapore lo scorso fine settimana, G.H.MUMM -partner ufficiale del campionato di automobilismo – ha lanciato la prima collezione di Champagne dedicata alla notte: la No. 1 Collection.

Per festeggiare con le bollicine dopo il tramonto del sole e per celebrare l’essere “il No.1” G.H.MUMM ha creato 3 cuvee: Gold Black e Rose racchiuse in 3 splendide bottiglie disegnate per l’occasione.

Una piccola curiosita’: vi siete mai chiesti come mai sul podio i vincitori di una gara stappano una bottiglia di Champagne? La tradizione risale al 1950, quando al vincitore del GP di Francia Juan Manuel Fangio fu regalata una bottiglia di Champagne Tuttavia i primi “schizzi” delle pregiate bollicine sono datati 1966 quando, probabilmente a causa del caldo, la bottiglia di Champagne nelle mani del pilota Jo Siffert, vincitore della 24 Ore di Le Mans, si e’ surriscaldata facendo volare il tappo. L’anno successivo lo statunitense Dan Gurney decise di “annaffiare” intenzionalmente il pubblico e dal 2000 G.H.Mumm e’ partner ufficiale di questa nuova tradizione.

 

Ital Copri: il Made in Italy dai porta abiti alle borse

IMG_0322

IMG_3074 - LD

Oggi vi racconto una storia. Anzi, la storia l’ha raccontata a me Gian Franco Colombo, la storia di come la sua azienda a conduzione familiare Ital Copri abbia saputo reinventare il proprio business in un’era in cui la concorrenza straniera al Made in italy è cresciuta vertiginosamente.
La Ital Copri si è dedicata per anni alla produzione di packaging soprattutto per il settore dell’abbigliamento, in altre parole…i porta abiti! Le eleganti custodie in cui i negozi esclusivi incartano i nostri acquisti e che personalmente ho sempre riutilizzato nei viaggi e negli spostamenti per mantenere intatte le qualità dei miei capi.

IMG_3046 - LDAnche in un settore come quello della produzione di porta abiti si è fatta sentire la concorrenza della produzione asiatica, che ha ridotto notevolmente i costi di questi accessori di cui le boutique fanno grande uso, così l’Ital Copri ha iniziato ad utilizzare i propri impianti produttivi per creare…borse!!

Esatto! Borse in plastica destinate in esclusiva al mercato Giapponese, rivelatosi grande acquirente dei colorati ed originali accessori che l’azienda brianzola produce.
La gamma di prodotti include Borse in silicone, o in vernice ma non in pelle, in quanto il costo del materiale e della lavorazione della pelle non permetterebbe all’azienda di competere con altri famosi brand del settore.

Sfogliando i loro cataloghi troviamo tote bags pratiche e colorate, accessori in denim e in lana cotta che hanno portato il brand Ital Copri ad affermarsi nel mercato nipponico e a diversificare l’offerta per incontrare i gusti dei consumatori anche in Italia, ed ogni borsa rivela quell’ attenzione al dettaglio ed alle rifiniture che ha reso il Made in Italy inimitabile nel mondo.

Un sentito grazie a Gian Franco Colombo ed a suo figlio Paolo per aver condiviso con me  le tappe che li hanno portati  per la prima volta al Mipel 2014 a Milano, per avermi raccontato una storia piena di passione per il proprio lavoro e di rispetto per le persone che da sempre trovano occupazione nella Ital Copri.

Quando il mercato cambia sicuramente si possono perdere dei business, ma si possono anche aprire degli spiragli, delle nuove opportunità cui non avremmo mai pensato prima, e questo è un esempio vincente di come non bisogni mai arrendersi ai tempi che cambiano…ma cambiare con i tempi!

IMG_0321.JPG

Stella McCartney e Jaguar insieme per lanciare la nuova XE.

JAGUAR AND STELLA MCCARTNEY BRING THE NEW XE TO PARIS - Stella to dress fleet of Jaguar vehicles in her Spring 2015 Superhero print to mark the next phase in the Jaguar XE reveal at the Paris Motor Show on 2 October

 

L’astro del mondo della moda Stella McCartney e Jaguar inaugurano una collaborazione unica nel suo genere.

FEEL XE Experience, la campagna per il lancio della nuova nata della casa automobilistica inglese, nasce dalla filosofia condivisa dai due brand della moda e delle auto di lusso di celebrare insieme modernità, esclusività e innovazione.

La nuova XE verra’ presentata il 2 Ottobre al Paris Moror Show vestita con la fantasia Superhero della stilista, trama principale della nuova collezione primavera/estate 2015 della McCartney. Quando due dei più’ prestigiosi nomi inglesi si incontrano, il risultato non può che essere straordinario!