Una cena a 7 Stelle all’Al-Mahara

IMG_6132.jpg
Tutti lo conosciamo da fuori, la Vela che ci fa sognare una vacanza al caldo, su spiaggia fine e con servizi a 5…ops a 7 stelle! Ed anche se le 2 stelle in più in realtà sembra se le siano attribuite da soli, poco importa: il Burj Al-Arab è sicuramente uno dei luoghi dove persino la parola lusso è riduttiva.

Visitare l’albergo è impossibile per chi non vi soggiorna, bisogna prenotare una cena o un drink per poter accedere al regno di Jumeirah, e noi abbiamo optato per una cena al ristorante Al-Mahara, in mare in compagnia di una grandissima varietà di pesci.

Prenotata la cena in largo anticipo, io e mio marito abbiamo pensato di entrare un po’ prima nell’Hotel per poterne ammirare l’interno: l’ingresso è …pazzesco! Non trovo altri aggettivi per descrivere l’imponenza di questa salita di fontane incorniciata da scale mobili che lasciano intravedere le sinuosità della struttura. Ci siamo accomodati per un drink al bar del primo piano in attesa di prendere l’ascensore che ci avrebbe portato nel regno sottomarino del Burj Al-Arab. Nulla viene lasciato al caso, anche l’alzata per il finger food dell’aperitivo è a forma di vela!IMG_6157.jpg

All’orario previsto ci avviamo verso la reception del ristorante, dove si può ingannare l’attesa ascoltando musica e osservando le fontane nella hall…o si possono ammirare le vetrine qualora avessimo in mente di acquistare un “piccolo” souvenir (chi non spende oltre 30mila euro per una cover per Ipad tutta d’oro?!?!?!).

Saliamo in ascensore e quando le porte si aprono…OMG! mi ritrovo immersa in un mondo sottomarino vivace e colorato, cui si accede passando sotto una volta dorata (o d’oro? chissà) come stessimo entrando in una cornucopia gigante. Il tavolo a noi riservato era adiacente al vetro dell’acquario, e non ci sono parole per descrivere cosa voglia dire assaggiare pietanze prelibate osservando il gioco acquatico di pesci e animali marini.

IMG_6135.jpg
L’Al-Mahara non è solamente un posto bello, si mangia anche divinamente! E come in ogni serata unica, romantica e lussuosa…il tempo è volato…ed in un attimo siamo arrivati ad
assaggiare – e ammirare – i buonissimi dolci proposti dallo chef. A malincuore abbiamo chiesto alla reception un’autovettura che ci accompagnasse in albergo (ogni tanto a Dubai si incontrano tassisti non proprio affidabili…) ed ecco avvicinasi una bellissima Rolls Royce bianca pronta a scortarci fino al nostro hotel…prima di tornare zucca!

 

IMG_6159 - Versione 2.jpg

Al Paloma Beach si cena sull’acqua

Sapete quando durante un viaggio, pur sapendo che il mondo è pieno di posti da vedere, restate affascinati da un luogo e vi ripromettere di tornarci? A me è successo poche volte, ed una di queste è stato in Costa Azzurra, a Saint-Jean-Cap-Ferrat.

Qualche anno fa sono andata a cena al Paloma Beach, uno stabilimento che gode di una posizione unica, in una piccola insenatura tutta sua, tra le ville e la rigogliosa natura della Costa francese. La prima volta avevo prenotato un tavolo sulla spiaggia, il panorama che si godeva da li era veramente unico ed il  lume di candela rendeva il tutto estremamente romantico.

Durante la cena mi sono accorta di un piccolo pontile, dove sopra era apparecchiato un tavolo per sole due persone…WOW! Ho pensato “perché io sono qui e non li?” e cosi mi sono ripromessa un giorno di tornare per cenare sul pontile…e così è stato!

IMG_7539.JPG

Cena sul pontile!!

A distanza di 3 anni ho prenotato una vacanza a Nizza e, con largo anticipo, ho prenotato la cena al Paloma Beach specificando nella richiesta di avere il tavolino “vip” sul pontile. Che emozione tornare lì e finalmente cenare letteralmente sull’acqua, attenta a non far cadere nulla dal tavolo in quanto la piattaforma è veramente piccola!

Mi piace ricordare quel posto magico di sera, sono tornata anche di giorno ma lo spazio ristretto e la folla estiva hanno rovinato la poesia di quell’angolo di paradiso, pertanto non lo consiglio come stabilimento diurno, ma se avete un programma un viaggetto in Costa Azzurra, una tappa qui di sera è d’obbligo!

Buon compleanno Roma!

Oggi e’ il compleanno di Roma, la citta’ eterna, la citta’ dove sono nata.DSCN0318 - Version 2

Da romana mi sono chiesta spesso “Come appare Roma agli occhi di un turista?” Così un giorno  ho deciso  di prendere una settimana di ferie per visitare Roma come se non vi fossi mai stata prima, per scoprire le sue bellezze ed i suoi tesori che troppe volte avevo dati per scontati.

Durante quella bellissima “vacanza romana” ho scattato tante fotografie, ho immortalato angoli della città che avevo visto mille volte senza averne mai colto la bellezza prima. Ho mangiato nelle trattorie turistiche e mi sono persa tra le vie di Trastevere, ho visitato i Fori Imperiali, i Musei Vaticani e sono rimasta ore ad ammirare S.Pietro da via Piccolomini: questa via e’  perfettamente allineata con la basilica e per uno strano effetto ottico, se camminate all’indietro guardando “il cupolone”, man mano che vi allontanate esso sembrera’ diventare sempre più grande…evidentemente a Roma anche le leggi della prospettiva non sono le stesse 🙂

Questo e’ il mio modo di farti gli auguri Roma mia….buon 2768′ compleanno!

Questo slideshow richiede JavaScript.

Praga: città incantata sotto la neve

 

IMG_5904

 

IMG_5862

L’anno e’ iniziato da poco ma in questo 2015 ho già imparato qualcosa di nuovo: sopravvivere ad una temperatura di -15 gradi!!!

Per una persona originaria di Roma, dove la temperatura scende raramente sotto lo zero, era impensabile poter mettere il naso fuori con temperature polari, ma cosa non si fa pur di andare in vacanza? E così per festeggiare il Capodanno 2015 ho scelto la fredda Praga, una città fiabesca che mi ha lasciata senza fiato dal primo istante.

Guide turistiche e siti internet specializzati indicano perfettamente dove andare, cosa vedere…ma non riescono a descrivere lo stupore del trovare mercatini di Natale in ogni piazza, o il profumo del caratteristico (e squisito!)  prosciutto di Praga arrostito nelle strade o la presenza di alberi di Natale

DSCN2185ovunque… addirittura nelle Chiese! E per quanto io possa aver letto della bellezza del Ponte San Carlo, solo dal vivo mi sono resa conto della sua imponenza e della splendida visuale del Castello che si può ammirare mentre lo si attraversa. Per combattere il freddo ho camminato tanto e proprio passeggiando per le stradine della città vecchia si riescono a scoprire gli angoli incantati di questa città, fino alla ripida scalinata per salire sino al Castello, considerato la più grande fortezza medievale al mondo.

All’interno del complesso si trovano la Cattedrale di Praga, il Palazzo Reale, la Pinacoteca e molti altri edifici storici per visitare i quali servirebbero diverse giornate, ma sopratutto dal Castello si può godere di una vista spettacolare sulla città. Il panorama e’ stato reso ancora più suggestivo dal candore della neve che ha avvolto la città durante il mio soggiorno: le guglie delle chiese gotiche ed i tetti spioventi dei palazzi colorati di bianco hanno riprodotto fedelmente immagini che finora avevo visto solamente nei libri di fiabe.

DSCN2163

Una capitale bellissima, un capodanno splendido di cui porterò sempre le cuore i profumi di cibo e di vino caldo, il bianco della neve…ed il suono delle sirene con cui le navi sul fiume Moldava hanno salutato, alla mezzanotte del 31 dicembre, l’arrivo del nuovo anno. Buon 2015!

Il Concerto di Capodanno della Filarmonica di Vienna: un sogno diventato realtà

IMG_2086 Ho trascorso tutti i “primi dell’anno” guardando e ascoltando in televisione il Concerto di Capodanno della Filarmonica di Vienna, sia quando era l’unico concerto trasmesso in tv, sia quando, spodestato dal concerto nostrano de La Fenice a Venezia, ha iniziato ad essere trasmesso in differita sulle nostre reti. Ogni anno i rumori di una famiglia di 6 persone di placavano per ascoltare le note de “Sul bel Danubio Blu” e le nostre mani battevano il tempo de “La Marcia di Radetzky” anche se sempre in ritardo rispetto al tempo dello spettacolo in diretta; sognavo di sedere li’ e di batterle dal vivo quelle mani, immaginavo mia madre, sarta, preparare per me un abito elegante per assistere a quello che nel mio cuore e’ sempre stato “L’evento” più emozionante dell’anno. Per chi non lo sapesse, acquistare i biglietti per assistere al concerto di Capodanno della Filarmonica di Vienna non e’ cosa semplice, a causa dell’ampia richiesta i biglietti vengono venduti attraverso un sorteggio: ogni anno per circa 20 giorni nel mese di gennaio ci si può registrare sul sito della Filarmonica per partecipare all’estrazione….non dei biglietti! ma della possibilità di acquistarli per l’anno successivo! Anno dopo anno ho partecipato all’estrazione, candidandomi con credenziali mie, delle mie sorelle, parenti, conoscenti…tuttoIMG_2087 2 pur di aumentare la possibilità di essere estratta e poter comperare i biglietti, ma senza successo. In alternativa, si può ricorrere ad agenzie specializzate ma i loro servizi ed i relativi costi…non sono accessibili a tutti! Finche’ un giorno, parlando con una persona speciale, mi sono lasciata sfuggire quale fosse IL sogno della mia vita e…il 1 Gennaio 2013 ero seduta in 6a fila al Concerto di Capodanno della Filarmonica di Vienna! Non so descrivere le emozioni di quel momento, desiderare qualcosa per tutta la vita e poi ritrovarsi li, sperando che quelle poche ore durino il più a lungo possibile, cercando di assaporare ogni nota, di osservare ogni smorfia dei musicisti per poter custodire nel cuore ogni istante di quella mattinata fantastica. Pur non conoscendo tutti i brani in programma le ore sono volate, il Maestro Franz Welser-Möst e’ stato bravissimo a mantenere alta l’attenzione del pubblico. Ho sempre vive nella memoria le espressioni emozionate delle poche donne presenti nell’orchestra, i sorrisi dei violoncellisti, il volto divertito del violinista che era proprio davanti a me, e la frenesia del battito di mani durante “La Marcia di Radetzky”, questa volta a tempo di musica! Assistere al Concerto di Capodanno e’ stata una esperienza unica, da vivere almeno una volta nella vita, una esperienza che fa battere il cuore anche a chi non e’ appassionato di musica classica, per me e’ stato un sogno diventato realtà.

Nuova Lancia Ypsilon ELLE: l’auto glamour pensata per “Lei”

Image 3Puo’ un’autovettura esser glamour e alla moda? Puo’ diventare un accessorio da sfoggiare al pari di una borsa o di un gioiello? Lancia non solo risponde “si'” a queste domande, ma lo fa presentando un vero “gioiello da strada”.

Per tutte le donne che amano muoversi senza rinunciare al proprio stile ed alla propria eleganza, ecco la nuova Ypsilon ELLE: un’automobile dal design raffinato ed esclusivo, pensata per le donne che amano esprimere la propria personalita’ attraverso l’autovettura che guidano.

Noi donne, si sa, amiamo possedere qualcosa di unico e difficilmente imitabile: per noi l’autovettura e’ come un vestito da indossare perche’ di tendenza, e’ un mezzo per esprimere la nostra personalita’ e Lancia Ypsilon ELLE risponde alla nostra esigenza di essere alla moda e di sentirci a proprio agio con un’auto compatta e funzionale, femminile ma non eccessiva.

Carrozzeria color cipria e interni in alcantara nera rendono inconfondibile lo stile della nuova Ypsilon ELLE, anche se il dettaglio che che piu’ mi ha colpita e’ l’effetto pied de poule del montante dell’autovettura, all’altezza dei finestrini laterali.

Ma quale e’ il tipo di donna cui Lancia si e’ inspirata per Ypsilon ELLE?

La donna a cui ci siamo ispirati, – come racconta Antonella Bruno, Head of Brand Lancia EMEA – è una donna IMG_5583raffinata nei gusti e decisa nelle scelte. Una donna attenta alla moda e alla bellezza, che vuole piacersi e piacere. La “Donna Ypsilon” ha una personalità ben definita, è più indipendente e tende a non farsi consigliare da altri nella sua decisione. Vuole un’auto che sia sempre attuale, cool, elegante e sofisticata, che sia espressione della sua personalità, la rappresenti e la faccia sentire a proprio agio in ogni momento”.

Il lancio di Ypsilon ELLE sara’ accompagnato da diverse iniziative indirizzate all’universo femminile: le lettrici del Magazine ELLE potranno partecipare – attraverso un minisito su Elle.it – al contest “Pensi di avere il fattore Y?” per poter provare la nuova auto per una settimana, mentre le amanti dei social network potranno scaricare la Facebook App “Social Pour ELLE” che oscurera’ sul diario delle utenti tutti i post degli uomini, sostituendoli con contenuti sostitutivi come pillole di bellezza, stile e benessere dalla redazione di ELLE Magazine. (saranno sicuramente piu’ interessanti dei commenti dei nostri amichetti 🙂 )

E se dovete cambiare auto ma avete ancora qualche dubbio sulla nuova Ypsilon ELLE…vi preannuncio che le prime IMG_5612clienti verranno omaggiate con esclusivi gioielli in alcantara, realizzati in collaborazione con il Corso di Laurea in Design della Moda del Politecnico di Milano, e disegnati per Lancia dai due giovani designer Valentina Bruzzi e Alan della Noce. Non e’ bellissimo il mio bracciale …color cipria?!?!? (foto a destra)

 

 

IMG_5580

Villa Godilonda: da dimora estiva della famiglia Bulgari a Resort di lusso

DCIM100GOPRO

Un gioiello nella mani di chi di gioielli se ne intende: una splendida Villa affacciata sul mare cristallino della Toscana dove la famiglia Bulgari usava trascorrere il periodo estivo, e’ stata recentemente acquistata da un anonimo industriale europeo che, prossimamente, trasformerà la nobile residenza in uno splendido resort. 

DCIM100GOPROVilla Godilonda, cosi battezzata da Gabiele D’annunzio che durante una romantica notte presso la villa racconto’ di aver “goduto del rumore delle onde”, e’ stata edificata alla fine dell’800 e solo nel dopoguerra divenne dimora estiva dei noti gioiellieri per poi essere trasformata, negli anni ’80,  in un hotel dove Marcello Mastroianni amava ritirarsi.
La Villa attualmente e’ disabitata, l’hotel ha chiuso diversi anni fa ma la bellezza del promontorio che domina, il colore del mare e della macchia mediterranea che la circondano e la presenza di una spiaggia privata hanno attratto l’attenzione di oculati investitori intenzionati a far risorgere questo posto trasformandolo in uno dei resort piu’ belli di tutta la costa Toscana.
La posizione e’ magnifica, il cibo in Toscana ottimo…dobbiamo solo attendere con pazienza l’apertura del resort…e prenotare un soggiorno da Mille-e-una-notte 🙂
7- villa Godilonda (Castiglioncello, Italy), courtesy Lionard