Christian Dior celebra a Milano la nuova Collezione Cruise 2015

Questo slideshow richiede JavaScript.

 

Un bicchiere di champagne e le creazioni di Christian Dior per la prossima stagione: binomio perfetto per una serata indimenticabile!

Questa sera la boutique Dior in Via Montenapoleone a Milano e’ stata teatro di una sfilata privata per far conoscere alle affezionate la nuova collezione Cruise Primavera/Estate 2015 dello stilista, una collezione pensata per una donna attenta al dettaglio dove nulla e’ lasciato al caso.

Gonne a vita alta da indossare con top di seta illudono l’occhio sembrando un abito unico, mentre top fiorati e gonne a righe sono cuciti insieme pur dando l’impressione di essere due capi distinti: questa e’ la moda per la prossima stagione che Dior ha pensato per noi.

Mini abiti, gonne svasate al ginocchio o lunghi abiti da sera, stili diversi per i diversi momenti della giornata e pronti ad incontrare il gusto di ognuna di noi. Sono rimasta colpita soprattutto dai tessuti utilizzati:  le sete riproducono stampe colorate, ed alcune di esse vengono addirittura dipinte a mano, mentre i soprabiti in Bouclé o in cotone pesante -anch’esso dipinto con tinte forti – vengono abbinati all’intramontabile Lady Dior realizzata con gli stessi colori e le stesse fantasie degli abiti.

Oltre ai vestiti, accessori e gioielli firmati Christian Dior completano il look della donna che la Maison immagina per la prossima stagione: occhiali, bracciali ma soprattutto borse che diventano tavolozze decorate con pennellate astratte o motivi floreali…vere opere d’arte!

E le scarpe? Accollate ed avvolgenti sulla caviglia o sandali minimali colorati, mettono in risalto il vero protagonista della stagione: il tacco! La prossima primavera Dior dice addio al tradizionale tacco a spillo o quadrato per sostituirlo con forme geometriche diverse  senza sacrificare la femminilità’ dell’accessorio più amato dalle donne.

La collezione Cruise 2015 di Christian Dior e’ fresca, vivace, colorata. Ci lascia libere di immaginare ed abbinare trame diverse, borse e scarpe di colori diversi e capi realizzati in stoffe diverse. Fino a pochi anni fa indossare righe e fiori assieme era impensabile…e pensare che oggi e’ stato l’abbinamento che più ho apprezzato nelle nuove creazioni dello stilista!

Ital Copri: il Made in Italy dai porta abiti alle borse

IMG_0322

IMG_3074 - LD

Oggi vi racconto una storia. Anzi, la storia l’ha raccontata a me Gian Franco Colombo, la storia di come la sua azienda a conduzione familiare Ital Copri abbia saputo reinventare il proprio business in un’era in cui la concorrenza straniera al Made in italy è cresciuta vertiginosamente.
La Ital Copri si è dedicata per anni alla produzione di packaging soprattutto per il settore dell’abbigliamento, in altre parole…i porta abiti! Le eleganti custodie in cui i negozi esclusivi incartano i nostri acquisti e che personalmente ho sempre riutilizzato nei viaggi e negli spostamenti per mantenere intatte le qualità dei miei capi.

IMG_3046 - LDAnche in un settore come quello della produzione di porta abiti si è fatta sentire la concorrenza della produzione asiatica, che ha ridotto notevolmente i costi di questi accessori di cui le boutique fanno grande uso, così l’Ital Copri ha iniziato ad utilizzare i propri impianti produttivi per creare…borse!!

Esatto! Borse in plastica destinate in esclusiva al mercato Giapponese, rivelatosi grande acquirente dei colorati ed originali accessori che l’azienda brianzola produce.
La gamma di prodotti include Borse in silicone, o in vernice ma non in pelle, in quanto il costo del materiale e della lavorazione della pelle non permetterebbe all’azienda di competere con altri famosi brand del settore.

Sfogliando i loro cataloghi troviamo tote bags pratiche e colorate, accessori in denim e in lana cotta che hanno portato il brand Ital Copri ad affermarsi nel mercato nipponico e a diversificare l’offerta per incontrare i gusti dei consumatori anche in Italia, ed ogni borsa rivela quell’ attenzione al dettaglio ed alle rifiniture che ha reso il Made in Italy inimitabile nel mondo.

Un sentito grazie a Gian Franco Colombo ed a suo figlio Paolo per aver condiviso con me  le tappe che li hanno portati  per la prima volta al Mipel 2014 a Milano, per avermi raccontato una storia piena di passione per il proprio lavoro e di rispetto per le persone che da sempre trovano occupazione nella Ital Copri.

Quando il mercato cambia sicuramente si possono perdere dei business, ma si possono anche aprire degli spiragli, delle nuove opportunità cui non avremmo mai pensato prima, e questo è un esempio vincente di come non bisogni mai arrendersi ai tempi che cambiano…ma cambiare con i tempi!

IMG_0321.JPG