Giorgia Bistrusso: originalita’ e tradizione

La parola “sughImmagineero” a cosa vi fa pensare? A me viene in mente una buona bottiglia di vino, un pavimento, la zeppa di un sandalo estivo… e da oggi anche una borsa, anzi…una collezione di borse! Mi riferisco alla collezione AI 2014/2015 della
giovane designer italiana Giorgia Bistrusso, che rende omaggio alle sue origini sarde utilizzando come materiale principe per le sue nuove crezioni proprio il sughero, di cui le borse da lei ideate sono rivestite.

L’utilizzo del legno dona un aspetto retro’ agli accessori Bistrusso, mentre le linee geometriche del design ed il contrasto del legno con i colori utilizzati donano alle borse un aspetto moderno e ricercato. Nulla e’ casuale: le fantasie utiImmaginelizzate  ricordano i motivi delle antiche ceramiche sarde mentre gli inserti colorati in tessuto vengono tinti con le tecniche naturali di colorazione, tradizionali dell’isola.

Sono rimasta colpita da Giorgia Bistrusso perché’ e’ riuscita a creare accessori nuovi ed originali pur restando legata alle proprie tradizioni, a conferma del fatto che per andare avanti non dobbiamo mai dimenticare da dove veniamo, ed in un mondo di glitter, strass e borchie non credevo che un materiale  naturale e al naturale come il sughero potesse donare tanta personalità ad una borsa. 

La nuova “Fiamma” di Ferragamo

ImmagineFiamma, questo il nome della nuova collezione di borse di Ferragamo, raffinate creazioni dal design moderno e dalle linee morbide. La linea e’ispirata alle donne della famiglia Ferragamo, in particolare a Fiamma Ferragamo che per piu’ di 40 anni ha contribuito al successo dell’azienda di famiglia disegnando accessori in pelle.

La nuova borsa, elegante ed allo stesso tempo pratica grazie alla presenza di diverse tasche, sara’ disponibile in pelle di diversi colori: dal bianco al prugna, al marrone. Inoltre la Maison ha affiancato alla versione in vitello, diverse borse in serie limitata: alcune arricchite con frange in nappa, altre con dettagli in pelliccia di volpe o decorate con cristalli Swarovski.

Da notare, nel video realizzato per il lancio della linea, la bellissima Fiamma in coccodrillo: una borsa dallo stile intramontabile, destinata a diventare un’icona del marchio Ferragamo.

Matchy Matchy

Sportivo, casual o elegante: qualunque sia il nostro dress code e’ importante coordinare gli accessori per non apparire disordinate e disarmoniche. Negli ultimi anni l’abbinamento scarpe-borsa-cinta-cappello-guanti non e’ piu’ un must, soprattutto quando questi accessori sono realizzati in colori primari o sfumature poco colorate: borse nere o bianche vengono portate indistintamente con diversi colori di scarpa, e soprattutto in inverno una borsa in colori neutri – come l’intramontabile Monogram di Louis Vuitton – si presta ad essere utilizzata in ogni occasione.

Immagine

Borsa “Alma” – Louis Vuitton; Sandali – Christian Dior;
Occhiali – Louis Vuitton; Cinta – Patrizia Pepe

Tuttavia nella bella stagione e’ bello riscoprire colori vivi, dare vita al nostro look con tinte accese e cangianti, ed in questo caso e’ necessario che gli accessori siano abbinati tra loro. Provate ad immaginare una borsa fucsia: abbinando una scarpa della stessa tonalita’ e possibilmente dello stesso materiale, potremo indossarla sempre, sia con un abito a fantasia con punte di fucsia, sia con un capo a tinta unita nera, blu, o arancio. Il coordinato scarpe-borsa e, se possibile, cinta-cappello rendera’ il nostro look colorato ma armonico e sempre, sottolineo sempre, chic!

Essere Matchy Matchy non e’ facile!!! La ricerca di accessori coordinati tra loro e’ impegnativa soprattutto quando dobbiamo abbinare brand diversi tra loro, ma se avrete un po’ di pazienza – ed un po’ di fortuna – il risultato sara’ eccellente! Potrestre scoprire che una borsa di Louis Vuitton in vernice fucsia si abbina benissimo con dei sandali Christian Dior ed una cinta di Patrizia Pepe!

Da evitare l’effetto “barocco”: troppi accessori in tinta (inclusi bracciali, collane, sciarpe…) possono rendere eccessivamente carico il nostro aspetto, basteranno 4 o 5 abbinamenti per essere si’ Matchy Matchy…ma di classe !  

 

Quando una donna taglia i capelli…

ImmagineDiverse persone credono che quando una donna decide di cambiare taglio di capelli, stia in realtà iniziando un processo di cambiamento nella propria vita.  Esagerati! Probabilmente una fetta della popolazione femminile si riflette in questa affermazione, ma molte di noi considerano i capelli come un accessorio, da  rinnovare periodicamente come si rinnovano le scarpe, la borsa o il cappotto seguendo anche i colori che in quel determinato momento ci Immaginerappresentano di più. E cosi’ possiamo passare dal biondo al mogano, con mèches  o colpi di luce per sentirci nuove ogni giorno e per abbinare la nostra testa al look ed ai colori della stagione.
Non bisogna vivere questi cambiamenti con paura, se il nuovo risultato non ci dovesse piacere ricordiamo sempre che i capelli ricrescono e le tinte si cambiano, ma la soddisfazione di aver Immagineprovato a far qualcosa di diverso non ha prezzo! L’importante è trovare un’acconciatura che ci faccia sentire belle, in ordine ma soprattutto sempre noi stesse: i capelli devono avvalorare non nascondere chi siamo.
Chi rischia può anche sbagliare, tuttavia per ridurre al minimo la probabilità di tornare a casa scontente, suggerisco di affidarci ad Hair Stylists che ci conoscano, che sappiano interpretare il nostro pensiero e che sappiano soprattutto consigliarci taglio e colore in base alla forma della nostra testa, al tipo di capello e di carnagione che abbiamo. Ho sempre adorato ognuno dei diversi look che ho provato (e vi assicuro essere tanti!)  e sono sicura che il motivo è stato semplicemente l’aver dato massima libertà di espressione al parrucchiere. Immagine Ad ognuno il proprio mestiere, per questo quando mi siedo sullo sgabello e vengo avvolta nel camice del salone di bellezza, sospiro sorridendo e dico al mio scultore: “Fai tu, crea!”
In questo modo il vostro parrucchiere darà il meglio di sé e non potrete che essere entusiaste del risultato. Ammetto di aver incontrato nel mio cammino dei validissimi look makers: a Roma ho giurato anni di fedeltà indiscussa alla bravura di Simone Monderna ( https://www.facebook.com/MondernaParrucchiere?fref=ts ) e, dovendomi trasferire a Milano, ero letteralmente terrorizzata all’idea di dover cambiare parrucchiere ma audentes fortuna juvat! E cosi nella città meneghina, al solo secondo tentativo, ho incontrato il genio di Gianluca Del Borrello (ex parrucchiere di Coppola), ed ancora una volta ho messo la mia testa nelle mani giuste 🙂

 

 

Victoria’s secret a Linate

Victoria's secret a Linate

Ero in partenza dall’aeroporto di Milano Linate quando ho visto, dopo il security check, un negozio di Victoria’s Secret! Entusiasta ho chiesto alle addette alla vendita se quello fosse il primo di tanti negozi che la regina della lingerie stesse programmando di aprire in Italia, ma la loro risposta e’ stata – ahime’- evasiva, confermando per ora la presenza di un solo altro punto vendita all’interno dell’aeroporto Marconi di Bologna.
Lo store e’ molto fornito di accessori, profumi, creme ma poca lingerie rispetto alla varieta’ di prodotti e colori che si trovano nei negozi Victoria’s Secret all’estero, dove oltre l’intimo, sono presenti capi di abbigliamento casual e beachwear.
Dai Victoria! Le italiane ti aspettano!